26 Dicembre 2018

Cos’è la spirulina

La spirulina è un cianobatterio di colore verde-azzurro, a forma di spirale – come il nome suggerisce – ed è lunga circa mezzo millimetro. È particolarmente interessante per l’uomo perché ricca di valori nutritivi: proteine, carboidrati, antiossidanti, amminoacidi essenziali, vitamine, sali minerali e molti pigmenti come il betacarotene.

Un prodigio della natura

La quantità di proteine contenute nell’alga spirulina oscilla intorno al 60-70% del peso secco. Si tratta di un contenuto proteico completo, costituito cioè da tutti gli amminoacidi essenziali per l’uomo.

Ma è anche una fonte interessantissima di potassio, calcio, cromo, rame, ferro, magnesio, manganese, fosforo, selenio, sodio e zinco; oltre che di vitamina A, E, K e di vitamine del gruppo B.

E con il suo apporto di acidi grassi essenziali, Omega 3 e Omega 6, pigmenti come la clorofilla, β-carotene e ficocianina, agisce come disintossicante naturale, ha azione antinfiammatoria, regola la produzione di serotonina, responsabile del buon umore, e aiuta il sistema immunitario.

Insomma è un vero prodigio della natura!

Per le sue peculiarità la spirulina è usata come integratore alimentare e, in purezza, trova ampio impiego in cosmetica e anche in cucina.

Nell’impianto AlgaVenice l’alga spirulina viene essiccata a basse temperature per rispettarne le caratteristiche naturali e non alterare le sue preziose proprietà nutritive. Nel processo produttivo eliminiamo qualsiasi elemento inquinante che può essere presente nell’acqua e nell’aria per offrire un prodotto al 100% puro e qualitativamente di alto livello.

Curiosità storiche

Le origini di quest’alga straordinaria sono antichissime: deriva dalla prima fonte di vita che ebbe origine per fotosintesi più di tre miliardi e mezzo di anni fa. Il suo ruolo fu determinante, in quanto iniziò a generare ossigeno, che accumulandosi in l’atmosfera offrì una possibilità di crescita per altre forme di vita.

In un passato molto remoto, gli Aztechi e i Maya dell’antico Messico già apprezzavano e sfruttavano i benefici della spirulina, in particolare la usavano nell’alimentazione come fonte di energia per affrontare meglio la quotidianità. Era ritenuta un alimento così speciale da essere chiamata “cibo degli dei”, proprio perché forniva un gran quantitativo di energia immediatamente disponibile e una buona dose di resistenza. Per secoli l’alga spirulina si diffuse prevalentemente nelle zone tropicali e subtropicali, più precisamente tra le popolazioni che vivono sulle sponde del lago Texoco in Messico e del lago del Ciad in Africa Centrale, entrambi laghi salati con pH alcalino.

Una cinquantina di anni fa, grazie allo studio di numerosi botanici e ricercatori europei e americani, è stata riscoperta, anche in occidente, e da allora viene consumata in tutto il mondo. Algavenice la coltiva da anni nel totale rispetto dell’ambiente e garantisce la massima qualità del prodotto finito.